CMC E IL FANGO

TRATTO DA:http://www.fotoaeree.com

Dove metto questo fango?

Ravenna apre ad una Nuova Era: la Civiltà del Fango

Aree previste come deposito fanghi provenienti dalle vasche di colmata e dall’escavazione del Candiano. A Lido Adriano,  qui:

 

e anche qui:

e nell’entroterra di Punta Marina:

e anche nella cava Morina e Bosca,  lì vicino:

O, niente di meglio,  nella piallassa Baiona, zona Pontazzo, zona protetta del Parco del Delta:

Oppure continuando la criminale prosecuzione del progetto, da Via Vitalaccia, già coperta fino alle civili abitazione e in tutti i terreni agricoli, fino a Porto Fuori:

Tutti fanghi provenienti da ogni dove, ma anche dalle chiarissime e limpidissime vasche di colmata, abbondanti nel nostro esausto territorio; ( i colori dei fanghi nella foto sono … naturali!):

 

^^^^^^^^^^

12 milioni di metri cubi di fanghi d’escavazione del Candiano da spalmare sul territorio, per arrivare a quota 14 metri e mezzo!!! E per far cosa? Per fare arrivare le super navi porta-container!

…E così anche Ravenna avrà la sua “GRANDE OPERA” !

Certo! il periodo è di congiuntura assai favorevole; gli investimenti fioriscono in ogni settore; cresce l’occupazione! Un grande sviluppo ci attende!

Ma perchè noi ravennati siamo destinati a subire da sempre tutte le imposizioni di una Casta Politica che continua a proporci uno sviluppo illimitato senza che ne abbiamo un minimo di ritorno di benessere ambientale, assistenziale, di convivenza civile? Abbiamo tutte le risorse che altri Comuni non hanno: Porto, Polo Chimico, Polo Industriale, Litorale, Parco del Delta, Monumenti e Mosaici di rilevanza mondiale, Storia, Agricoltura… Dovremmo essere il Comune Italiano più ricco e a più alto grado di benessere collettivo e reddito pro capite con gli introiti, le compensazioni, le accise, i benefit. E invece…

…si pappano tutto LORO e i cittadini sono stati fottuti!

E anche questo sarà un grande business solo per LORO !

Il vice -sindaco in un’intervista su un giornale locale si è dichiarato soddisfatto che in Consiglio Comunale il progetto sia stato approvato senza voti contrari; e ha esternato quanto il progetto sia strettamente legato alla realizzazione dell’autostrada E55 , Orte- Mestre; una Grande Opera contestata, inutile e impattante ancor più della TAV  Lione – Torino. E come tutte le Grandi Opere utile solo a costruttori, cementificatori, affaristi, speculatori e mafiosi.

La Grande Opera del Porto – Candiano, inoltre, è DEMENZIALE. Si tratta, anche, di scavare un canale sul fondale marino in mare aperto, fino alla linea batimetrica dei 14 ,30 metri, quindi 4 miglia oltre le dighe  foranee, vale a dire PIU’ DI SETTE CHILOMETRI in mare aperto!

Chiunque sano di mente capisce che, per effeto delle correnti o della prima mareggiata, il canale sottomarino, scavato nel fondale sabbioso-melmoso,  si ricolma subito.

E’ qui  l’affare: tenerlo dragato perennemente.

E chi gestisce le draghe nel porto di Ravenna? CMC e Soci Vari ! E chi gestisce i trasporti di fanghi dragati? CONSAR e Soci Vari ! E chi gestisce le cave da riempire e riscavare?  EcoCave-Gama e Soci Vari;  sempre LORSIGNORI.

Sempre la CASTA Masson-Politico-Industrial-Curial-Coop-Bancaria!

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.